[Login]
Finaf Alegra Naturitalia Valfrutta Conserve Italia
Torna alla homepage
Ritorna alla pagina iniziale Chi è Apo Conerpo Catalogo prodotti Associati on line La base sociale Appuntamenti e News Come contattarci



APPUNTAMENTI E NEWS

Appuntamenti e News  >  News  >  I prodotti agroalimentari cooperativi arrivano sui banchi di scuola
Finora il progetto ha interessato gli Istituti professionali alberghieri di Reggio Emilia, Riolo Terme (Ra), Forlimpopoli (Fc), Castel San Pietro Terme (Bo), Rimini e Piacenza.

Fedagri/Confcooperative Emilia Romagna presenta la guida “Il Gusto della Cooperazione”

(Bologna, 22 gennaio 2010). I prodotti agroalimentari cooperativi arrivano sui banchi delle scuole alberghiere dell’Emilia Romagna: Fedagri/Confcooperative regionale ha infatti avviato un ciclo di incontri per presentare agli studenti delle classi quarte e quinte di questi istituti la propria guida “Il Gusto della Cooperazione”, pubblicazione che offre un’ampia e interessante panoramica sulle principali produzioni cooperative enogastronomiche dell’Emilia Romagna. Grazie ai suoi numerosi prodotti tipici e d’eccellenza, questa regione registra il record nazionale delle Denominazioni di origine controllata. Veri e propri fiori all’occhiello dell’agroalimentare emiliano come il Parmigiano-Reggiano, il Grana Padano, i numerosi vini Dop e Igp e il Prosciutto di Parma sono in assoluto i prodotti a denominazione più conosciuti e venduti sia sul mercato nazionale che su quello estero. Un altro primato dell’Emilia Romagna è l’ampia e radicata presenza della cooperazione in tutte le fasi della filiera agroalimentare, dalla produzione alla trasformazione, fino alla commercializzazione. “Una realtà – sottolinea il presidente regionale di Fedagri/Confcooperative, Giovanni Bettini – testimoniata dalla rilevante percentuale di prodotto controllato dalle cooperative, che in tutti i principali settori supera il 50% della produzione regionale complessiva”. “L’obiettivo dell’iniziativa messa a punto da Fedagri/Confcooperative Emilia Romagna – prosegue Bettini – è far conoscere ai futuri albergatori e ristoratori la distintività della filiera cooperativa e le eccezionali caratteristiche organolettiche e qualitative dei prodotti tipici Dop e Igp di cui la cooperazione emiliano-romagnola è uno dei principali produttori”. Guidati dall’agronomo Daniele De Leo, esperto dei prodotti tipici dell’Emilia Romagna, che è riuscito a suscitare un grande interesse ed il giusto coinvolgimento nei ragazzi, gli incontri si sono svolti presso l’Istituto Superiore di Istruzione “A. Motti” di Reggio Emilia e presso gli Istituti Professionali di Stato per i Servizi Alberghieri e della Ristorazione I.P.S.S.A.R. di Castel San Pietro Terme (Bo), Forlimpopoli (Fc), Riolo Terme (Ra), Rimini e Piacenza. Il ciclo di incontri di presentazione della guida “Il Gusto della Cooperazione” proseguirà nei prossimi mesi e interesserà le altre province dell’Emilia Romagna.

cerca nel sito ricerca avanzata
©Apo Conerpo ScA - Tutti i diritti riservati - P.IVA 01788291209 - info@apoconerpo.com - credits