[Login]
Finaf Alegra Naturitalia Valfrutta Conserve Italia
Torna alla homepage
Ritorna alla pagina iniziale Chi è Apo Conerpo Catalogo prodotti Associati on line La base sociale Appuntamenti e News Come contattarci



APPUNTAMENTI E NEWS

Appuntamenti e News  >  News  >  Il kiwigold debutta sul mercato internazionale.
Il Consorzio di Cesena si è aggiudicato l’esclusiva mondiale fino al 2028 per la moltiplicazione, coltivazione e commercializzazione del delizioso frutto.

Il kiwigold debutta sul mercato internazionale.

(Bologna, 19 Gennaio 2006). Dopo un lungo programma di selezione naturale, condotto da ricercatori cinesi, e la fruttuosa sperimentazione dell’Università di Udine, arriva sul mercato nazionale ed internazionale un nuovo ed originale frutto. Stiamo parlando del kiwi a polpa gialla, che grazie all’elevato grado zuccherino (variabile da 15 a 17 gradi Brix), allo straordinario contenuto in vitamina C (da 140 a 200 milligrammi per 100 grammi di prodotto), all’ottima fragranza e alla buona conservabilità (fino a sei mesi in frigorifero) ha tutte le carte in regola per conquistare le preferenze dei consumatori. “Decisamente incoraggianti, in questo senso, – dichiara Patrizio Neri, presidente del Consorzio Kiwigold di Cesena, che si è aggiudicato l’esclusiva mondiale fino al 2028 per la moltiplicazione, coltivazione e commercializzazione del kiwi giallo – gli eccellenti risultati ottenuti dai primi quantitativi collocati in Italia, Germania, Inghilterra e Paesi scandinavi”. “La nostra offerta complessiva di questo frutto, coltivato in diverse zone d’Italia ed in altri paesi, come Cile ed Uruguay, – prosegue Neri – si attesta attualmente sui 5.000 quintali, che, con la progressiva entrata in produzione dei nuovi impianti, aumenteranno sensibilmente già dalla prossima campagna (2006/07), quando sfioreranno i 30.000 quintali. Entro tre/quattro anni dovrebbero poi essere disponibili circa 100.000 quintali, così da tagliare il traguardo del 33% dell’intero ‘Progetto Kiwigold’ nazionale (1.000 ettari per 300.000 quintali)”. “Nettamente superiore al kiwi verde per livello zuccherino e contenuto vitaminico – sottolinea Neri – il kiwi giallo può offrire notevoli prospettive di reddito sia alla filiera produttiva che alla distribuzione commerciale”. “Esternamente simile al kiwi tradizionale, con forma cilindrica e buccia color nocciola, – sottolinea Valter Fiumana, tecnico del Consorzio – il Kiwi Gold possiede una polpa fragrante e consistente di colore giallo alla maturazione; i frutti hanno un peso medio di 80/120 grammi e presentano un buon sapore anche a maturazione avanzata”. “Oltre alle ottime caratteristiche organolettiche e gustative – prosegue Fiumana – il kiwi giallo (varietà Jin Tao) offre anche interessanti vantaggi per gli agricoltori, in quanto consente una raccolta anticipata di 20-25 giorni rispetto alla varietà Hayward, garantisce una produzione più elevata già dal secondo anno dall’impianto, presenta una vigoria inferiore del 20% rispetto ad Hayward e quindi una maggiore facilità di conduzione degli impianti (la potatura è più semplice e richiede meno interventi). Altri vantaggi sono la maggior tolleranza al vento rispetto alle altre varietà a polpa gialla, la minor sensibilità alle brinate primaverili, l’elevata fertilità, un germogliamento simile ad Hayward, il basso fabbisogno in freddo (300/400 ore), la maggiore facilità di impollinazione e, soprattutto, una resa produttiva maggiore di almeno il 10% rispetto al kiwi verde”. La coltivazione e commercializzazione del kiwi a polpa gialla, come già ricordato, è affidata al Consorzio Kiwigold, che raggruppa tutti i diversi protagonisti della filiera (vivaisti, produttori e distributori) sotto un’unica “regia” in grado di governare l’aspetto produttivo e di sviluppare efficaci politiche di promozione e vendita. “Questo Consorzio – prosegue Neri – garantisce ai propri soci la tutela della varietà e della marca (registrata a livello internazionale); il coordinamento tra vivaisti, produttori ed operatori commerciali; la massima valorizzazione del prodotto; una strategia commerciale e di marketing moderna e unica per il prodotto dalle diverse origini; investimenti pubblicitari consistenti; un rigoroso programma di controllo qualità”. “Il Consorzio – conclude Neri – sta portando avanti con successo un ambizioso progetto di crescita produttiva e commerciale con l’obiettivo, da un lato, di programmare gli impianti e, dall’altro, di sviluppare la distribuzione del prodotto”. Il “Progetto Kiwigold” si colloca in una prospettiva di ampliamento complessivo dei consumi di kiwi in Italia, senza compromettere le quote di mercato del kiwi tradizionale, e puntando ad offrire nuove ed interessanti prospettive di reddito sia alla produzione che alla distribuzione.

cerca nel sito ricerca avanzata
©Apo Conerpo ScA - Tutti i diritti riservati - P.IVA 01788291209 - info@apoconerpo.com - credits