[Login]
Finaf Alegra Naturitalia Valfrutta Conserve Italia
Torna alla homepage
Ritorna alla pagina iniziale Chi è Apo Conerpo Catalogo prodotti Associati on line La base sociale Appuntamenti e News Come contattarci



APPUNTAMENTI E NEWS

Appuntamenti e News  >  News  >  Il pomodoro Cirio sbarca in Cina.
Già nello scorso mese di luglio, l’azienda di San Polo di Piacenza aveva avviato la prima spedizione di sughi a base di pomodoro su questo importante mercato asiatico.

I pomodori Cirio “sbarcano” sul mercato cinese.

(Piacenza, 15 Settembre 2006). Tra le 700 imprese presenti nella missione economica italiana, guidata dal premier Romano Prodi, ospite in questi giorni nel paese del Celeste Impero, figura, infatti, anche la Cirio De Rica, fiore all’occhiello dell’agroindustria nazionale e più antica impresa conserviera italiana con i suoi 150 anni d’attività. Anche alla luce del grande interesse mostrato dal gigante asiatico per il made in Italy e per il modello delle piccole e medie imprese, che rappresentano la tipologia economica più diffusa in Italia, l’obiettivo di questa storica “spedizione” è creare i presupposti per instaurare importanti rapporti di collaborazione commerciale con i principali operatori cinesi. “Si inserisce in quest’ottica – dichiara il direttore generale, Giovanni Garagnani – la presenza in Cina di Cirio, che partendo da una materia prima assolutamente genuina e naturale, ottenuta da coltivazioni controllate e trasformata con tecniche moderne ed evolute, è in grado di offrire al consumatore prodotti di ottima qualità, espressione della migliore tradizione e tipicità della cucina italiana”. Ma la partecipazione alla spedizione italiana non rappresenta la “prima volta” assoluta in terra cinese dell’azienda di San Polo di Piacenza; già nello scorso mese di luglio, infatti, Cirio ha spedito la prima partita di sughi in questo mercato, che conta ben un miliardo e mezzo di potenziali consumatori, importati da una delle principali trade company cinesi. In questi mesi, inoltre, i sughi Cirio sono stati registrati presso la AQSIQ (General Administration of Quality Supervision, Inspection and Quarantine), che opera sul modello del Food and Drug Administration americano. “La commercializzazione dei sughi Cirio – sottolinea Garagnani – inizierà con un test nella regione di Pechino ed in base ai risultati di mercato verrà concordato un piano triennale di sviluppo commerciale”. “Anche per il mercato cinese – conclude Garagnani – si possono aprire interessanti prospettive per i prodotti di qualità della gamma Cirio così da incrementare la presenza di imprese straniere nel paese delle Grande Muraglia, che attualmente ammontano soltanto a 500.000”.

cerca nel sito ricerca avanzata
©Apo Conerpo ScA - Tutti i diritti riservati - P.IVA 01788291209 - info@apoconerpo.com - credits