[Login]
Finaf Alegra Naturitalia Valfrutta Conserve Italia
Torna alla homepage
Ritorna alla pagina iniziale Chi è Apo Conerpo Catalogo prodotti Associati on line La base sociale Appuntamenti e News Come contattarci



APPUNTAMENTI E NEWS

Appuntamenti e News  >  News  >  Maurizio Gardini confermato alla presidenza di Conserve Italia.
Positivo l’andamento dell’esercizio 2005/2006 del Gruppo cooperativo,che ha visto aumentare il fatturato, attestatosi a 962 milioni di euro.

Maurizio Gardini confermato alla presidenza di Conserve Italia.

(Bologna, 27 Ottobre 2006). Maurizio Gardini, forlivese, 46 anni, guiderà per altri tre anni Conserve Italia, il gigante agroalimentare aderente alla Confcooperative e leader europeo nel settore dell’ortofrutta trasformata con 55 cooperative socie, 16.000 produttori, 14 stabilimenti (10 in Italia) e oltre 800mila tonnellate di prodotti agricoli trasformati ogni anno. Lo ha nominato il nuovo Consiglio di Amministrazione (eletto oggi dall’Assemblea dei Soci), che ha anche provveduto a riconfermare alla vice presidenza del consorzio Paolo Bruni e Raffaele Drei. Oltre al presidente ed ai due vice presidenti, fanno parte del Consiglio anche Vittorio Beccari, Walter Bellantonio, Roberto Cera, Carlo Giavoni, Vanni Girotti (nuova nomina), Maurizio Guerzoni, Pier Giorgio Lenzarini, Giulio Malorgio (nuova nomina), Adio Assunto Marretti (nuova nomina), Ermete Modena, Massimo Passanti (nuova nomina), Michele Rossi, Enrico Tenerini (nuova nomina), Luciano Torreggiani e Davide Vernocchi. “Nel triennio 2003/2006 – ha dichiarato il presidente di Conserve Italia, Maurizio Gardini – abbiamo puntato ad ampliare le nostre dimensioni: una scelta coraggiosa ma anche indispensabile per affrontare con successo le sfide del mercato globale, che in questi anni si è dimostrata vincente. Grazie alla partnership con importanti realtà produttive ed all’individuazione di nuovi sbocchi commerciali, infatti, Conserve Italia ha aumentato la propria quota di mercato, confermandosi come uno dei soggetti principali del settore a livello internazionale e garantendo ai soci risultati sempre più soddisfacenti”. “Nel corso del 2006 – prosegue Gardini – un avvenimento di straordinaria importanza per il presente ed il futuro di Conserve Italia è stato il conseguimento del controllo totale di Cirio De Rica, con l’acquisizione del 49% da tre fondi d’investimento, che si aggiunge al 51% già detenuto. Questa operazione allarga significativamente le prospettive aziendali e permette alle due imprese di sviluppare importanti sinergie produttive e commerciali, sfruttando al meglio le diverse opportunità offerte dai singoli marchi ed ‘aggredendo’ il mercato in maniera unitaria e coordinata”. “Oggi – ha proseguito Gardini – dopo una stagione di grandi investimenti, che hanno consentito, dopo Cirio De Rica, anche la realizzazione del moderno stabilimento di Pomposa (FE) e l’acquisizione della spagnola Juver Alimentaciòn, il nostro Gruppo sta vivendo una fase di organizzazione e consolidamento delle posizioni raggiunte per affrontare in maniera ancor più agguerrita e compatta le sfide di un mercato che negli ultimi tempi ha fatto registrare un andamento tutt’altro che favorevole. I trend commerciali stanno infatti evidenziando una fase di stagnazione, e in alcuni casi di flessione, dei consumi che riflette la scarsa brillantezza dell’attuale ciclo economico e lo stato di incertezza dei consumatori”. “Grazie anche ad un preciso impegno di miglioramento dell’offerta, sempre più segmentata e rispondente alle nuove esigenze del mercato – ha sottolineato il direttore generale di Conserve Italia, Angel Sanchez – nell’esercizio 2005/2006 il fatturato del Gruppo ha continuato il suo trend di crescita, attestandosi a 962 milioni di euro (+5,3% sull’esercizio precedente). Nel contempo, sono stati raggiunti e superati gli obiettivi di riduzione dell’indebitamento (-15%), grazie a decisi interventi strutturali e sul capitale circolante”. “Nei 14 stabilimenti del Gruppo – ha proseguito Sanchez – sono state trasformate complessivamente 816.000 tonnellate di prodotti, di cui 473.000 da Conserve Italia, 163.000 da Cirio, 160.000 in Francia e 20.000 in Spagna). Le vendite a marchio hanno raggiunto il 76,3% del totale contro il 75,8% dell’esercizio precedente”.

cerca nel sito ricerca avanzata
©Apo Conerpo ScA - Tutti i diritti riservati - P.IVA 01788291209 - info@apoconerpo.com - credits