[Login]
Finaf Alegra Naturitalia Valfrutta Conserve Italia
Torna alla homepage
Ritorna alla pagina iniziale Chi è Apo Conerpo Catalogo prodotti Associati on line La base sociale Appuntamenti e News Come contattarci



APPUNTAMENTI E NEWS

Appuntamenti e News  >  News  >  I Progetti Biologici Di Pro.B.E.R. al Centro Di Ecomondo.
“Bio-Habitat” e “Mangiocarnebio” saranno illustrati all’interno dello stand dell’Assessorato all’Ambiente e Sviluppo Sostenibile della Regione Emilia-Romagna(padiglione B1).

I Progetti Biologici Di Pro.B.E.R. al Centro Di Ecomondo.

Bologna, 08 novembre 2006 – Pro.B.E.R (Associazione dei Produttori Biologici e Biodinamici dell’Emilia-Romagna) è tra i protagonisti della decima edizione di Ecomondo, la Fiera internazionale del recupero di materia ed energia e dello sviluppo sostenibile, che si apre oggi a Rimini Fiera e che prosegue fino all’11 novembre. La manifestazione – che da un decennio richiama un numero sempre crescente di operatori qualificati, enti, associazioni, autorità ed istituzioni e che vede la partecipazione del Ministro dell’Ambiente, Alfonso Pecoraro Scanio – si caratterizza come un evento centrale per tutte le realtà che si occupano delle problematiche delle risorse ambientali, del riciclo e dello sviluppo sostenibile, e soprattutto costituisce un momento di confronto ed approfondimento tecnico-scientifico, all’insegna dell’innovazione, sui temi legati all’ambiente che vengono analizzati nelle 6 sezioni specializzate della manifestazione: rifiuti, acqua, energia, aria, rischi e sicurezza, istituzioni. Pro.B.E.R. – che è presente all’interno dello stand dell’Assessorato all’Ambiente e Sviluppo Sostenibile della Regione Emilia-Romagna (1.500 mq nel padiglione B1) – esporrà materiale informativo sull’agricoltura biologica per spiegare i vantaggi di questa pratica produttiva, finalizzata a salvaguardare la salute dei consumatori e al rispetto dell’ambiente. Produrre con il metodo biologico, senza l’impiego di prodotti chimici di sintesi e di organismi geneticamente modificati (ogm), tutela la biodiversità agricola naturale e favorisce la fertilità del suolo rispettando l’ambiente, i cicli naturali ed il benessere degli animali e nel contempo impiegando un terzo in meno di energia da fonti fossili rispetto all’agricoltura convenzionale. Per i consumatori la scelta del biologico si traduce in un’alimentazione di qualità, nutrizionalmente valida per adulti e bambini, che pone in risalto le caratteristiche intrinseche ed organolettiche dei prodotti in termini di qualità, sicurezza, controlli e certificazioni della produzione. “L’azione di Pro.B.E.R. – sottolinea Paolo Carnemolla, presidente dell’Associazione, nonché di Federbio, la Federazione italiana dell’agricoltura biologica e biodinamica – è rivolta alla promozione dei consumi privati e collettivi di prodotti alimentari biologici, allo scopo di valorizzare un metodo che preserva le peculiarità dell’ambiente (già fortemente compromesso, come è emerso anche recentemente) e salvaguarda la salute dell’uomo. Tra le nostre priorità vi è quindi un’attività specifica, realizzata di concerto con la Regione Emilia-Romagna, volta a sviluppare l’impiego delle tecniche biologiche in ogni ambito di possibile applicazione”. Nel corso della “quattro giorni” di Ecomondo, Pro.B.E.R. illustrerà due importanti progetti elaborati dall’Associazione e già operativi. Il primo di questi, Bio-Habitat, promuove una concezione evoluta della cura e della gestione del verde urbano, ispirata all’agricoltura biologica, che punta a creare un equilibrio tra pianta, ecosistema urbano, abitanti e frequentatori delle aree verdi. L’obiettivo di Bio-Habitat (che si avvale di un disciplinare con norme da seguire per la gestione biologica del verde non agricolo) è quello della diffusione di tecniche a basso impatto nella gestione degli spazi verdi, la tutela della biodiversità e l’eliminazione sempre più evidente dei prodotti di sintesi per la nutrizione e difesa delle piante. Il secondo progetto è Mangiocarnebio, il servizio di vendita diretta a domicilio, ad un costo sostenibile, di carne bovina certificata biologica prodotta da allevatori dell’Appennino emiliano-romagnolo. Si tratta di un efficace esempio di filiera corta che mette in contatto produttori e consumatori, abbattendo i prezzi e garantendo una buona remunerazione agli allevatori che, in questo modo, vedono garantito il proprio futuro e mantengono il presidio di territori spesso svantaggiati. Mangiocarnebio offre una valida risposta alla crescente domanda di qualità al giusto prezzo proveniente dai consumatori, sempre più attenti all’origine e alla sicurezza degli alimenti che acquistano.

cerca nel sito ricerca avanzata
©Apo Conerpo ScA - Tutti i diritti riservati - P.IVA 01788291209 - info@apoconerpo.com - credits