[Login]
Finaf Alegra Naturitalia Valfrutta Conserve Italia
Torna alla homepage
Ritorna alla pagina iniziale Chi è Apo Conerpo Catalogo prodotti Associati on line La base sociale Appuntamenti e News Come contattarci



APPUNTAMENTI E NEWS

Appuntamenti e News  >  News  >  SFIORA I 5 MILIONI DI QUINTALI LA PRODUZIONE DI UVA.
Nelle province di Forlì e Bologna il maggiore incremento produttivo. Piacenza in contro tendenza mostra una flessione.

SFIORA I 5 MILIONI DI QUINTALI LA PRODUZIONE DI UVA.

(Bologna, 17 Novembre 2006). La produzione 2006 di uva dei 19.300 soci del comparto vitivinicolo di Fedagri/Confcooperative Emilia Romagna (1.000 addetti per un volume d’affari di 470 milioni di euro), raggruppati in 34 cantine sociali, sfiora i 5 milioni di quintali (+5,8% sul 2005), pari a quasi il 56% dell’intero raccolto regionale, stimato in 8.950.000 quintali. È quanto dichiara Giovanni Bettini, presidente di Fedagri regionale, secondo il quale questo incremento produttivo è da collegare alle condizioni climatiche estremamente favorevoli registrate quest’anno in tutta la regione (da Piacenza a Rimini), che hanno consentito una maturazione ottimale ed il raggiungimento di un livello qualitativo eccezionale con aromi e profumi particolarmente intensi. “Analizzando le diverse aree del territorio regionale – sottolinea Ivo Guerra, responsabile del settore vitivinicolo di Fedagri Emilia Romagna – la provincia in cui si registra il maggior aumento è Forlì, dove sono stati conferiti alle cantine sociali circa 635.000 quintali di uva (+21%) e Bologna (circa 340.000 quintali con un incremento del 15%)”. “Più contenuto – prosegue Guerra – l’incremento in provincia di Ravenna (+5,3%), dove la produzione di uva di Fedagri/Confcooperative sfiora 1.900.000 quintali; Rimini (68.500 quintali con un +4,2%); Reggio Emilia (1.225.000 quintali con un incremento del 4%). Sostanzialmente stazionaria la produzione della provincia di Piacenza, attestatasi sui 164.000 quintali (+0,2%), mentre l’unica provincia in cui si è registrata un’inversione di tendenza è quella di Modena, dove sono stati conferiti alle cantine sociali di Fedagri/Confcooperative circa 660.000 quintali di uva (-3,7% rispetto al 2005)”. “L’ottimo livello qualitativo delle uve, la cui resa è stata particolarmente elevata rispetto alla media degli ultimi anni, – sottolinea Bettini – induce ad un cauto ottimismo per la prossima campagna di commercializzazione del vino, che, a livello nazionale, registrando una contrazione di oltre il 2%, dovrebbe attestarsi sui 49 milioni di ettolitri. L’auspicio è quindi che si possa registrare una ripresa delle quotazioni per garantire ai produttori vitivinicoli la giusta remunerazione”. “Su queste previsioni – ricorda il presidente regionale di Fedagri – gravano però le preoccupazioni per la riforma dell’Organizzazione Comune di Mercato (Ocm) del settore le cui proposte dovrebbero essere note nel 2007. I primi documenti elaborati dalla Comunità lasciano infatti pensare che la Commissaria Europea Fischer Boel intenda adottare una impostazione radicalmente diversa da quella attualmente in vigore, proponendo, tra l’altro, l’estirpazione di 400.000 ettari di vigneti. Una scelta che potrebbe far perdere consistenti quote di mercato alla viticoltura europea nel contesto mondiale”. “Di fronte a questo scenario – ha concluso Guerra – è assolutamente indispensabile che all’interno della nostra Federazione prosegua la riflessione per individuare le proposte di modifica, da concordare e da sostenere con forza come sistema paese in ambito comunitario, alle ipotesi che si stanno prospettando, da un lato, e contemporaneamente incrementare il livello di organizzazione commerciale del sistema cooperativo per ottenere risultati sempre migliori sul mercato nazionale ed estero. Solo così si potrà valorizzare adeguatamente le qualità intrinseche della produzione, ma anche le peculiarità della filiera cooperativa al fine di garantire un’equa remunerazione al lavoro dei soci recuperando una quota di valore aggiunto sempre maggiore”.

cerca nel sito ricerca avanzata
©Apo Conerpo ScA - Tutti i diritti riservati - P.IVA 01788291209 - info@apoconerpo.com - credits