[Login]
Finaf Alegra Naturitalia Valfrutta Conserve Italia
Torna alla homepage
Ritorna alla pagina iniziale Chi è Apo Conerpo Catalogo prodotti Associati on line La base sociale Appuntamenti e News Come contattarci



APPUNTAMENTI E NEWS

Appuntamenti e News  >  News  >  Bruni: bene l'accordo d'area per il pomodoro
(Parma, 12 febbraio 2007). Il comunicato del Presidente di Apo Conerpo a commento dell'accordo tra i produttori del Nord Italia e l'Aiipa

Bruni: bene l'accordo d'area per il pomodoro

Comunicato Stampa

Parma, 12 febbraio 2007.
“E’ motivo di soddisfazione il raggiungimento dell’accordo d’area sul pomodoro, per la campagna 2007, tra le organizzazioni produttori dell’area del Nord Italia e gli industriali aderenti all’Aiipa”. Lo ha detto il presidente dell’Apo Conerpo, Paolo Bruni commentando l’accordo per la campagna pomodoro 2007 per l’area nord raggiunto dopo settimane di serrate trattative.
Sono due i motivi per i quali il presidente dell’Apo Conerpo ha espresso soddisfazione.
Il primo motivo è legato al fatto che “per la prima volta, dopo tanti anni, si è riusciti a chiudere un’intesa prima delle semine del pomodoro. Negli anni passati - ha aggiunto - si concludevano i contratti quando il pomodoro era di fatto già stato seminato; in questo modo, invece, si dà ai produttori una certezza per poter orientare le loro scelte”.
Il secondo risiede nel fatto che l’accordo per il 2007 “è stato fatto modificando i criteri di valutazione qualitativa in vigore lo scorso anno - spiega Bruni - che penalizzavano eccessivamente i produttori, lasciando margini troppo alti di discrezionalità. Nel nuovo accordo si sono inoltre accentuati i sistemi premianti per chi lavora bene e fa prodotto di qualità”.
“La capacità di trovare un’intesa – ha sottolineato Bruni - che la filiera ha dimostrato con questo accordo è propedeutica per un buon sviluppo futuro, in concomitanza con la trattativa per la riforma dell’Ocm ortofrutta in corso a Bruxelles proprio in queste settimane”.
“Per le novità che la riforma introdurrà sul tema dei trasformati – ha concluso il presidente dell’Apo Conerpo - sarà sempre più necessario e indispensabile che la parte agricola e quella della trasformazione trovino accordi e coesione, per il soddisfacimento essenziale della redditività del produttore e, per quanto riguarda l’industria, la possibilità di intercettare il mercato dei pomoderivati continuando ad offrire ai consumatori prodotto italiano di alta qualità”.

cerca nel sito ricerca avanzata
©Apo Conerpo ScA - Tutti i diritti riservati - P.IVA 01788291209 - info@apoconerpo.com - credits