[Login]
Finaf Alegra Naturitalia Valfrutta Conserve Italia
Torna alla homepage
Ritorna alla pagina iniziale Chi è Apo Conerpo Catalogo prodotti Associati on line La base sociale Appuntamenti e News Come contattarci



APPUNTAMENTI E NEWS

Appuntamenti e News  >  News  >  Con l’RFID, si sperimenta il monitoraggio della catena del freddo.
(Bologna, 5 giugno 2007). Prende il via un importante progetto di applicazione della tecnologia RFID al monitoraggio della catena del freddo nell’ortofrutta.

RFID per il monitoraggio della catena del freddo nell'ortofrutta

COMUNICATO STAMPA
(Bologna, 5 giugno 2007)
Ha preso il via ieri in Emilia il Cold Chain Pilot, un progetto che mira a studiare e realizzare il monitoraggio della temperatura nella catena logistica frutticola post-raccolta per il mantenimento della catena del freddo. Il Cold Chain Pilot si inserisce nell’ambito delle attività previste dal progetto Frutticoltura Post Raccolta, presentato da CRPV, Centro Ricerche Produzioni Vegetali e da una ventina di partner accademici e industriali, e finanziato dalla Regione Emilia Romagna.
Montalbano Technology fornirà MTsens, un’innovativo tag RFID in grado di monitorare la temperatura alla quale vengono sottoposti gli ortofrutticoli freschi passando dalla cooperativa di produzione ai magazzini della catena distributiva fino ai punti di vendita. MTsens rileverà la temperatura e memorizzerà nella sua memoria interna una coppia di dati tempo/temperatura che potranno essere agevolmente da lettori RFID compatibili con lo standard ISO 15693; questi saranno poi trasferite al sistema di elaborazione, rendendo disponibili i dati rilevati per le analisi.
L’Università degli Studi di Parma svolgerà la funzione di coordinamento e progettazione delle attività ed elaborerà i dati sperimentali, APO CONERPO seguirà la fase di fornitura del prodotto (ciliegie)mediante predisposizione delle confezioni munite di tag, Nordiconad il ricevimento e lo smistamento a 3 punti vendita per area, 6 in totale (Emilia/Liguria ) diversi per formato di vendita; Di.Tech si occuperà insieme all’Università di Parma della supervisione e degli aspetti squisitamente informatici delle attività.
Dato il costo non trascurabile dei tag e la modalità manuale della attivazione e disattivazione della registrazione, la rilevazione sarà a campione su alcune unità, per individuare fasi o punti critici nel mantenimento della catena del freddo. L’obiettivo è il mantenimento del livello qualitativo ottimale del prodotto.
Per gli operatori della supply chain il progetto non comporta attività operative supplementari, se non avere l’accortezza di inviare il prodotto taggato verso i punti coinvolti nel pilota. Il progetto vedrà il coinvolgimento anche dell’RFID Lab dell’Università degli Studi di Parma, centro di eccellenza sulla sperimentazione dell’applicazione della tecnologia RFID ai processi di Business, con cui le aziende coinvolte collaborano attivamente già da alcuni anni.


I partner:
RFID Lab (www.rfidlab.unipr.it) è un laboratorio di eccellenza a livello mondiale del Dipartimento di Ingegneria Industriale dell’Università degli Studi di Parma. Il laboratorio ha come mission la ricerca, la formazione e il trasferimento tecnologico in materia di applicazione della tecnologia RFID per l’ottimizzazione dei processi di business, con particolare riferimento a quelli logistici e di gestione della supply chain. La ricerca vede RFID Lab inserito in un Network internazionale di eccellenza, denominato Global RF Labs Alliance (www.grfla.org) , insieme ad altri 8 centri di riferimento a livello mondiale. Da un punto di vista della formazione, RFID Lab forma nei corsi di laurea dell’Università di Parma, le future risorse che si occuperanno di implementare progetti RFID in azienda, e offre corsi di formazione agli stakeholders in partnership con Cegos s.p.a. Il trasferimento tecnologico prevede invece un modello in cui fornitori di tecnologia e gli utilizzatori sviluppano insieme al laboratorio progetti di ricerca comuni o personalizzati sulle specifiche esigenze aziendali.
APO CONERPO (www.apoconerpo.com) rappresenta la prima associazione dei produttori in Europa, con 45 cooperative aderenti, 8.700 produttori di base e oltre 850.000 tonnellate di frutta fresca, coltivate nelle zone più vocate d’Italia e commercializzate in 50 Paesi. Partendo dall'impegno quotidiano di campagna, con i programmi integrati d'assistenza tecnica, fino ai servizi di logistica avanzata ed alla fitta rete di controlli qualità, ogni azione è finalizzata ad accrescere e garantire il livello superiore della qualità Apo Conerpo. La Cooperativa Agrintesa, coinvolta nella sperimentazione con il magazzino di Castelfranco Emilia, rappresenta la maggiore realtà produttiva del Gruppo.
Di.Tech S.p.A (www.ditechonline.it) è leader in Italia nelle soluzioni ITC e nell'innovazione per la distribuzione. Nata nel 1991, fondata da un gruppo di operatori della distribuzione associata, la società, con sede a Bologna e varie altre sedi operative sul territorio italiano, conta 200 professionisti ed è attiva su oltre 200 clienti. Il direttore operativo, Ennio Comini, è affiancato dal presidente Mauro Lusetti. Tra le soluzioni specializzate che costituiscono la sua offerta, spiccano i sistemi integrati per la gestione completa della tracciabilità, dei Centri di Distribuzione, degli Ipermercati e delle Centrali Commerciali, soluzioni per CRM e per tutta la catena logistica. E’ anche provider certificato Euritmo-Indicod-ECR.
NORDICONAD, (www.conad.it/public/nordiconad) è un impresa cooperativa tra dettaglianti, aderente al Consorzio Nazionale Conad, con sede legale a Modena e una rete distributiva composta da più insegne: CONAD, MARGHERITA, SUPERSTORE, E.LECLERC-CONAD, che risponde alle differenti esigenze delle aree territoriali: Emilia/liguria/Piemonte/Valle d’Aosta/Trentino, e delle diverse tipologie di consumatori. Oggi il gruppo NORDICONAD è così composto: 537 Punti Vendita, con un fatturato complessivo di 1.202, 00 milioni di €, 243 società socie, 627 imprenditori associati, 5.800 addetti.
Montalbano Technology S.p.A. (www.montalbanotechnology.com ) ha sviluppato in stretta sinergia con ST Microelectronics una famiglia “etichette intelligenti” in grado di misurare fenomeni fisico / ambientali e veicolare tali dati attraverso tecnologia RFID. Recentemente anche Intesa - SanPaolo ha dimostrato un forte interesse per la dinamica azienda genovese al punto tale da entrare nella società con una quota di minoranza.

cerca nel sito ricerca avanzata
©Apo Conerpo ScA - Tutti i diritti riservati - P.IVA 01788291209 - info@apoconerpo.com - credits