[Login]
Finaf Alegra Naturitalia Valfrutta Conserve Italia
Torna alla homepage
Ritorna alla pagina iniziale Chi è Apo Conerpo Catalogo prodotti Associati on line La base sociale Appuntamenti e News Come contattarci



APPUNTAMENTI E NEWS

Appuntamenti e News  >  News  >  Happy hour in spiaggia per una vacanza bio e slow
(Ravenna, 18 giugno 2007). L’iniziativa, inserita nel progetto “BioBenessere”, è stata presentata a Punta Marina Terme (RA).

Il benessere sposa la solidarietà, aiutando il Reparto Pediatrico dell’Ospedale Civile di Ravenna

(Ravenna, 18 Giugno 2007). Qualificare la vacanza in Riviera con una scelta alimentare “responsabile”, vale a dire basata su prodotti biologici, conciliando la naturalità delle produzioni agricole con la spensieratezza delle vacanze, e sviluppare nuove forme di turismo, “lento, consapevole e amico dell’ambiente”. Sono questi, in estrema sintesi, gli obiettivi degli stabilimenti balneari della costa ravennate per l’estate 2007. Proposta e portata avanti dalle Fattorie Faggioli di Cusercoli (FC) in collaborazione con Ascom ConfCommercio di Ravenna, l’iniziativa, presentata oggi presso il Bagno Vela di Punta Marina Terme (RA), si inserisce nell’ambito del progetto “BioBenessere” di Pro.B.E.R. (Associazione dei Produttori Biologici e Biodinamici dell’Emilia Romagna) che si propone di incentivare i consumi di prodotti biologici ed ampliare le conoscenze dei principi dell’agricoltura bio presso i consumatori. “Progetto triennale, cofinanziato da Unione Europea ed Agea, – ha dichiarato Paolo Carnemolla, presidente Pro.B.E.R. – ‘BioBenessere’ consente ai consumatori, e in generale agli ospiti della costa, di ‘prendere confidenza’ con i prodotti bio attraverso degustazioni, attività culturali inerenti la gastronomia e percorsi didattici”. Decisamente positivi i risultati ottenuti nei primi due anni di attività del progetto: più di 15.000 giornate promozionali realizzate, in Italia e all’estero, nei punti vendita della Gdo e dei negozi specializzati per un totale di oltre 2.500.000 contatti, a cui si aggiungono quasi 400.000 contatti relativi al sito www.bio-benessere.it con un totale di quasi 33.000 pagine visitate; più di 250 uscite pubblicitarie su riviste e quotidiani; oltre 180 passaggi televisivi e radiofonici; oltre 500.000 contatti realizzati attraverso la partecipazione a convegni, conferenze e alle principali fiere del settore. “Proponendo il binomio mare-campagna come risorse per la qualità delle produzioni alimentari e come fonte di salute e salubrità dell’ambiente – ha proseguito Carnemolla – ‘BioBenessere’ coinvolge diverse imprese operanti sul territorio: non solo le aziende agricole, ma anche commercianti, artigiani, imprese turistiche, albergatori e stabilimenti balneari”. Si inserisce in quest’ottica l’iniziativa lanciata per l’estate ormai alle porte dagli stabilimenti della costa romagnola, che, dopo il successo dell’anno scorso, ripropongono anche per il 2007 un fitto programma di degustazioni, accompagnate da attività didattiche, per coinvolgere le famiglie in vacanza in Riviera, ed in particolare i bambini affinché possano conoscere la realtà della campagna, i prodotti della terra, la stagionalità della frutta e della verdura. Tutto ciò al fine di promuovere una crescita armonica dei piccoli ed un consumo consapevole per gli adulti. “E così – ha affermato Fausto Faggioli, responsabile marketing territoriale – il programma degli Happy Hour Bio, nati come merende in spiaggia per gustare i sapori della frutta biologica, quest’anno proporrà anche una stuzzicante ‘Tavola ecologica’ che privilegia la stagionalità dei cibi, più saporiti e ricchi di sostanze nutrienti”. “In una parola – ha sottolineato il presidente di Pro.B.E.R., Paolo Carnemolla – la Tavola dei prodotti locali, legati alla tradizione della terra, che non hanno percorso centinaia o migliaia di chilometri per arrivare sulle nostre tavole. Alimenti semplici e genuini, prodotti dall’agricoltura sostenibile, che, oltre a risvegliare il gusto, preservano la salute dell’uomo e del Pianeta”. “Se l’intero processo di produzione degli alimenti ‘dal campo al piatto’ – ha dichiarato Bruna Montroni, presidente della Cooperativa Bagnini di Ravenna – deve seguire regole precise, anche noi vogliamo fare la nostra parte perché un’alimentazione sana è una responsabilità condivisa”. Nella Riviera Romagnola benessere fa rima anche con solidarietà. Il ricavato dei gustosi piatti preparati con prodotti biologici e proposti oggi ai numerosi ospiti della spiaggia sarà interamente devoluto al Reparto Pediatrico dell’Ospedale Civile di Ravenna.

cerca nel sito ricerca avanzata
©Apo Conerpo ScA - Tutti i diritti riservati - P.IVA 01788291209 - info@apoconerpo.com - credits