[Login]
Finaf Alegra Naturitalia Valfrutta Conserve Italia
Torna alla homepage
Ritorna alla pagina iniziale Chi è Apo Conerpo Catalogo prodotti Associati on line La base sociale Appuntamenti e News Come contattarci



APPUNTAMENTI E NEWS

Appuntamenti e News  >  News  >  FEDAGRI cresce
Circa 4000 imprese cooperative aderenti (3.830), 545.596 soci cooperatori (+1,7% rispetto al 2003), 65.990 addetti (+3%), 22.093 milioni di euro di fatturato (+ 5,7%).

FEDAGRI CRESCE

(San Lazzaro di Savena, 31/05/2005)
Circa 4000 imprese cooperative aderenti (3.830), 545.596 soci cooperatori (+1,7% rispetto al 2003), 65.990 addetti (+3%), 22.093 milioni di euro di fatturato (+ 5,7%). Questi i dati diffusi oggi, durante l’assemblea annuale di Fedagri-Confcooperative che si è aperta con un minuto di silenzio, in ricordo dei quattro militari caduti questa notte a Nassirya. Ancora una volta, i dati dimostrano la caratteristica anticiclica dell’economia cooperativa. Ad avvalorare questa tesi ci sono i dati dell’Osservatorio sulla cooperazione agroalimentare, promosso dal Mi.P.A.F. e attuato da NOMISMA che ha realizzato, nel 2004, una ricerca su un panel di oltre 1.200 cooperative, (in gran parte strutture aderenti a Fedagri), messo a confronto con un corrispondente campione di imprese non cooperative. Dallo studio emerge che gli investimenti sono più diffusi nell’area delle cooperative e che queste sono riuscite ad assorbire di più gli incrementi dei costi senza trasferirli ai prezzi finali, assicurando le remunerazioni ai soci conferenti. Durante l’assemblea, tenutasi presso l’Auditorium del Conserve Italia a Bologna, il presidente di Fedagri, cav. Paolo Bruni ha illustrato l’inedito piano di sviluppo per il triennio 2004-2007, che nasce da una selezione di casi strategici nei quali le strutture coinvolte hanno maturato una disponibilità ai processi integrativi. Il piano di sviluppo è volto a spingere per una decisa accelerazione dei processi di integrazione e di concentrazione delle imprese. Gli strumenti sono: · investimenti sulla qualità complessiva delle imprese; · spinta all’internazionalizzazione delle realtà più avanzate; · promozione dello sviluppo di partnership con altri soggetti imprenditoriali; Fedagri si pone, quindi, come un soggetto promotore di sviluppo economico, stimolando le imprese ed i territori a rafforzare il tessuto cooperativo intorno a filiere solide e proiettate verso successivi ampliamenti. Ferma la posizione del presidente Bruni in materia di Antitrust. “In Italia - afferma Bruni - la quota di produzione lorda vendibile complessivamente controllata dalla cooperazione è all’incirca la metà di quella dei Paesi europei più avanzati. Questo è il vero gap negativo che costituisce un freno allo sviluppo di un’agricoltura competitiva. La politica, una volta per tutte, deve mettere mano alla questione dell’Antitrust”. E riguardo ai prossimi progetti promossi da Fedagri, “Abbiamo da tempo offerto la disponibilità - dichiara il presidente di Fedagri - a rilevare una grande impresa come la Parmalat che sarebbe sinergica alle realtà cooperative già operanti nel settore”. “In questo senso - conclude Bruni - chiediamo che le regole dell’antitrust non siano applicate ai processi di concentrazione delle imprese cooperative agricole”. Alla presenza del presidente della Camera, Pier Ferdinando Casini, Fedagri ha esplicitato quelle che sono le richieste della cooperazione alle Istituzioni. Sul piano nazionale la federazione auspica che i provvedimenti legislativi di carattere normativo, fiscale, creditizio, previdenziale fino a quelli più propriamente volti al sostegno finanziario vengano indirizzati in rapporto alla specificità delle imprese alle quali sono indirizzati. Sul fronte europeo, invece, è forte l’esigenza di un energico intervento sulla invasione di derrate alimentari dalla Cina e da altri Paesi al pari delle misure ipotizzate sul tessile con particolare riguardo a controlli severissimi per combattere le contraffazioni.

cerca nel sito ricerca avanzata
©Apo Conerpo ScA - Tutti i diritti riservati - P.IVA 01788291209 - info@apoconerpo.com - credits