[Login]
Finaf Alegra Naturitalia Valfrutta Conserve Italia
Torna alla homepage
Ritorna alla pagina iniziale Chi è Apo Conerpo Catalogo prodotti Associati on line La base sociale Appuntamenti e News Come contattarci



APPUNTAMENTI E NEWS

Appuntamenti e News  >  News  >  Seminario Fedagri / Confcooperative sulla gestione della crisi

Si è tenuto presso Conserve Italia

(Bologna, 8 Febbraio). “Sinergie commerciali e gestione delle crisi di mercato: quali le strategie della cooperazione ortofrutticola europea”; è stato questo il tema al centro del seminario svoltosi il 7 e 8 febbraio a Bologna, presso la sede del Conserve Italia. Organizzato da Fedagri/Confcooperative, il meeting ha visto la partecipazione di numerosi e qualificati rappresentanti di importanti Organizzazioni Cooperative italiane, spagnole, francesi, greche e portoghesi, i quali, nel corso dei lavori, hanno sottolineato che i motivi della crisi sono comuni tra i diversi paesi e che, quindi, è opportuno stringere rapporti di collaborazione per portare avanti una posizione comune all’interno dell’UE nel tentativo di risolvere i problemi del settore. Dal seminario è emersa la convinzione che le possibilità di gestire le crisi, congiunturali e strutturali aumenteranno se si tenderà a risolvere alcune criticità. Innanzitutto, occorre proteggere il reddito in caso di crisi ed istituire osservatori efficaci ed obiettivi capaci di produrre stime sulle produzioni europee, di prevedere le crisi e di monitorare i prezzi all’origine e al consumo. Parallelamente, è necessario individuare strumenti dell’OCM (Organizzazione Comune di mercato) idonei ad evitare che le sovrapproduzioni sbilancino il mercato ortofrutticolo europeo con pesanti conseguenze sui prezzi pagati ai produttori.
Secondo i rappresentanti delle Organizzazioni Cooperative presenti al seminario è poi indispensabile diversificare le produzioni, sviluppare nuovi spazi commerciali, in particolare verso i mercati extraeuropei, ed investire sulla tracciabilità per sviluppare una politica di marca come elemento distintivo da giocare nei confronti della grande distribuzione organizzata. Occorre poi avviare un’attività di promozione globale dei consumi, puntando sull’aspetto salutistico dell’ortofrutta, e creare, in tempi stretti, una lobby europea del gruppo dell’intercooperazione in grado di presentarsi alle istituzioni comunitarie con una posizione comune.
Nel corso del seminario è stata infine sottolineata l’opportunità di programmare una serie di incontri tra esperti delle Organizzazioni Cooperative allo scopo di monitorare l’andamento del mercato ed approfondire i temi più urgenti, come il miglioramento del sistemi di ritiri.
La stesura di queste proposte è scaturita dall’analisi della situazione del settore ortofrutticolo in ogni singolo Paese produttore, accompagnata dalla ricognizione dei tentativi attuati fino a questo momento per affrontare le crisi del comparto.
Il presidente di Fedagri, Paolo Bruni, intervenendo ai lavori, ha dichiarato che “dopo i numerosi casi di crisi che recentemente hanno colpito il settore (dalle pesche all’uva da tavola alle clementine) bisogna risalire alle reali motivazioni economiche e strutturali di questi problemi”. “È necessario – ha proseguito Bruni – avviare politiche di internazionalizzazione delle nostre imprese, sviluppare la capacità di aggredire il mercato, far crescere i nostri marchi, promuovere i consumi dei prodotti ortofrutticoli ed esportare le nostre produzioni”.
“L’augurio – ha concluso Bruni – è che questa prima occasione di incontro possa sviluppare un interscambio di conoscenze ed esperienze tra le imprese cooperative europee”.


cerca nel sito ricerca avanzata
©Apo Conerpo ScA - Tutti i diritti riservati - P.IVA 01788291209 - info@apoconerpo.com - credits