[Login]
Finaf Alegra Naturitalia Valfrutta Conserve Italia
Torna alla homepage
Ritorna alla pagina iniziale Chi è Apo Conerpo Catalogo prodotti Associati on line La base sociale Appuntamenti e News Come contattarci



APPUNTAMENTI E NEWS

Appuntamenti e News  >  News  >  Completato il rinnovo vertici di FEDAGRI - CONF COOPERATIVE
(10 giugno 2004) Dopo la riconferma di Paolo Bruni alla guida della Federazione, il Consiglio Nazionale ha nominato il Comitato di Presidenza

Con quasi 4.000 imprese ed oltre 530.000 soci, ha un fatturato vicino ai 21 miliardi di euro

COMPLETATO IL RINNOVO DEI VERTICI DI FEDAGRI-CONFCOOPERATIVE

(Roma, 10 Giugno 2004). Completato il rinnovo dei vertici di Fedagri-Confcooperative.

Dopo la riconferma di Paolo Bruni alla presidenza della Federazione delle cooperative agricole ed agroalimentari, che raggruppa quasi 4.000 imprese ed oltre 530.000 soci per un fatturato vicino ai 21 miliardi di euro, il Consiglio Nazionale ha infatti provveduto ad eleggere il Comitato di Presidenza. Alla carica di vicepresidente sono stati nominati Valerio Poi, Antonio Piva, Ciro Fanzo e Piergiorgio Lenzarini, ai quali si aggiungono i consiglieri presidenti dei diversi settori: Tommaso Mario Abrate (lattiero-caseario), Michele Bechis (agricolo-servizi), Davide Vernocchi (ortofrutta), Luigi Pasetto (vino), Gaetano De Laurentis (zootecnia) e Rino Gasper Talucci (forestazione). Completano il Comitato di Presidenza i consiglieri Onofrio Martorana, Vito Orsatti, Santo Ingrosso, Francesco Sartori, Giovanni Cucchi, Giovanni Bettini, Pierluigi Lovo.
Durante i lavori del Consiglio Nazionale, il presidente di Fedagri- Confcooperative, Paolo Bruni, ha tracciato le linee programmatiche dell’attività per il prossimo quadriennio.
“I punti salienti intorno ai quali graviterà il mio impegno e quello della Federazione – ha spiegato Bruni – sono la competitività delle imprese, i processi di aggregazione economica, la rintracciabilità dei prodotti, lo sviluppo organizzativo sul territorio e la comunicazione”.
Il presidente ha poi ricordato che “la competizione imprenditoriale deve puntare di più sulle adeguate dimensioni dell’impresa cooperativa e su una pluralità di mercati di riferimento, capaci di valorizzare la redditività gestionale. A tal fine, occorre dare un forte impulso all’aggregazione economica, in quanto ‘fare sistema’ può consentire di integrare e concentrare più rapidamente imprese e prodotti in un mercato sempre più globalizzato, senza trascurare le nicchie”.
“In questo quadro – ha aggiunto Bruni – la rintracciabilità deve garantire, in forza di legge, l’origine dei prodotti agricoli nell’etichettatura e a questo proposito è auspicabile che venga integralmente recepita la legge delega n. 38/03. Sul territorio, l’obiettivo è rafforzare l’operatività delle federazioni regionali con particolare riguardo ai servizi alle imprese aderenti”.
Il presidente ha infine concluso il suo intervento sottolineando l’importanza della comunicazione ed affermando che “l’esigenza di rendere visibili all’opinione pubblica, al mondo agroalimentare e alle istituzioni i risultati ed i programmi delle imprese cooperative deve diventare un tratto caratteristico dell’impegno dei nuovi dirigenti”.


cerca nel sito ricerca avanzata
©Apo Conerpo ScA - Tutti i diritti riservati - P.IVA 01788291209 - info@apoconerpo.com - credits