[Login]
Finaf Alegra Naturitalia Valfrutta Conserve Italia
Torna alla homepage
Ritorna alla pagina iniziale Chi è Apo Conerpo Catalogo prodotti Associati on line La base sociale Appuntamenti e News Come contattarci



APPUNTAMENTI E NEWS

Appuntamenti e News  >  News  >  FEDAGRI Emilia Romagna plaude al Decreto Legge sui prodotti agroalimentari

Il provvedimento regolamenta l’etichettatura e la presentazione

(Bologna, 23 Giugno 2004). Esprimiamo grande soddisfazione per il Decreto Legge, approvato ieri dal Consiglio dei Ministri, che regolamenta l’etichettatura e la presentazione di alcuni prodotti agroalimentari.
E’ quanto dichiara Giovanni Bettini, presidente di Fedagri Emilia Romagna, la Federazione delle cooperative agricole ed agroalimentari aderenti a Confcooperative, che conta 630 cooperative, quasi 88.000 soci, oltre 15.300 addetti per un fatturato di circa 6,5 miliardi di euro.
“Tra le nuove regole introdotte dal provvedimento – prosegue Bettini – giudichiamo particolarmente positiva quella in base alla quale il termine ‘fresco’ deve essere riservato unicamente al latte ‘fresco pastorizzato’ ed al ‘latte fresco pastorizzato di alta qualità’, mentre non può essere utilizzato per il latte microfiltrato. Un principio sostenuto da sempre da Confcooperative, convinta che solo così si possa valorizzare le produzioni italiane di qualità”.
“Il decreto approvato dal Consiglio dei Ministri – sottolinea il presidente di Fedagri Emilia Romagna – ‘premia’gli investimenti realizzati nel corso degli anni nelle diverse fasi della filiera del latte alimentare, dall’azienda zootecnica alla trasformazione attuata dalle cooperative, che si pongono come obiettivo prioritario il raggiungimento di un elevato livello qualitativo in stalla. Con questo provvedimento, quindi, si evita di disperdere i grandi sforzi compiuti per migliorare costantemente gli allevamenti al fine di ottenere un latte di buona qualità e dalle ottime caratteristiche organolettiche. Un latte che anche grazie al sistema cooperativo viene valorizzato e collocato con successo sul mercato”. “Contemporaneamente – dichiara il presidente – la Fedagri dell’Emilia Romagna esprime la propria soddisfazione anche per un altro passaggio del provvedimento, che stabilisce come la denominazione ‘passata di pomodoro’ sia riservata al prodotto ottenuto in via esclusiva dalla spremitura diretta del pomodoro fresco”.
“Anche in questo caso – afferma Bettini – si valorizza la produzione italiana, che attraverso importanti cooperative di trasformazione aderenti a Confcooperative garantisce un reddito adeguato ai produttori e assicura ai consumatori un ottimo livello qualitativo, la garanzia dell’origine e la sicurezza alimentare.
Da ultimo, Fedagri Emilia Romagna esprime la propria soddisfazione per la norma contenuta nel Decreto inerente le quote latte, finalizzata a scongiurare il rischio di un completo abbandono delle produzioni nelle aree marginali”.


cerca nel sito ricerca avanzata
©Apo Conerpo ScA - Tutti i diritti riservati - P.IVA 01788291209 - info@apoconerpo.com - credits